HEILSTÄTTE GRABOWSEE [DE]


Exploration #154 (testo italiano a fondo pagina). The Grabowsee sanatorium was the first sanatorium for pulmonary tuberculosis in northern Germany and was founded by the German Red Cross in 1896. It is located about 30 km north of Berlin, in the urban area of Oranienburg. The approximately 34 hectare area is surrounded on two sides by forest and banks in the south and west into the Grabowsee lake.
In the second half of the 19th century, the number of lung patients in the German Empire rose sharply. About a third of all patients between the ages of 15 and 60 suffered from pulmonary tuberculosis. The Heilstätte Grabowsee was part of the People’s Hospitals Association for the Red Crossinitially planned as a test facility. It was to be investigated whether lung patients could also be treated successfully in the northern German lowlands. Until then, human medicine assumed that lung diseases could only be improved or cured in the mild climate of the Mediterranean Sea or in pure mountain air. This is how the first lung sanatorium in northern Germany was established in 1896. In 1900 there were already 200 beds available for slightly to seriously ill men.
During the four years of the First World War, Grabowsee was used by the Red Cross as an emergency hospital for the treatment of soldiers with lung disease. Prisoners of war were also housed here until 1918.
The war and the inflationary period also brought the sanatorium into great economic hardship. The people’s sanatorium association sold the institution on June 1, 1920 to the Brandenburg State Insurance Institute. From 1926 onwards, extensions were built so that the number of existing beds doubled to around 420 by the 1930s.
After the Second World War, thanks to the discovery of antibiotics, tuberculosis could be cured more quickly: long hospital stays were no longer necessary and the facilities were no longer used for medical purposes. The sanatorium was used by the Red Army as a Soviet military hospital between 1945 and 1995. Some facilities were run down in the long term, so that after the withdrawal of the armed forces of Russia in 1995, a new use did not seem possible without enormous expense.
Today, the grounds are a popular backdrop for films and photographs. In 2013 the site was used as a location for the film Monuments Men – Unusual Heroes and in 2017 for the film Heilstätten, which takes place in the Beelitz Heilstätten.

Esplorazione #154. Il sanatorio Grabowsee fu il primo sanatorio per la tubercolosi polmonare nel nord della Germania e fu fondato dalla Croce Rossa tedesca nel 1896. Si trova a circa 30 km a nord di Berlino, nell’area urbana di Oranienburg. L’area di circa 34 ettari è circondata su due lati da foreste e sponde a sud e a ovest del lago Grabowsee.
Nella seconda metà del XIX secolo, il numero di pazienti polmonari nell’impero tedesco aumentò bruscamente. Circa un terzo di tutti i pazienti tra i 15 e i 60 anni soffriva di tubercolosi polmonare. Il sanatorio di Heilstätte Grabowsee faceva parte dell’Associazione degli Ospedali del Popolo per la Croce Rossa, inizialmente progettato come una struttura di prova. Doveva essere studiato se i pazienti polmonari potevano essere trattati con successo anche nelle pianure della Germania settentrionale. Fino ad allora, la medicina supponeva che le malattie polmonari potessero essere migliorate o curate solo nel clima mite del Mar Mediterraneo o nell’aria pura di montagna. Fu così che nel 1896 fu fondato il primo sanatorio per i polmoni nella Germania settentrionale. Nel 1900 c’erano già 200 letti disponibili per uomini leggermente malati.
Durante i quattro anni della prima guerra mondiale, Grabowsee fu usato dalla Croce Rossa come ospedale di emergenza per il trattamento dei soldati con malattie polmonari. Anche i prigionieri di guerra furono ospitati qui fino al 1918.
La guerra e il periodo dell’inflazione portarono anche il sanatorio in grandi difficoltà economiche. L’associazione del sanatorio popolare vendette l’istituzione il 1° giugno 1920 all’Istituto di Assicurazione dello Stato di Brandeburgo. A partire dal 1926, furono costruiti degli ampliamenti, così che il numero di letti esistenti raddoppiò fino a circa 420 negli anni ’30.
Dopo la seconda guerra mondiale, grazie alla scoperta degli antibiotici, la tubercolosi poteva essere curata più rapidamente: le lunghe degenze non erano più necessarie e le strutture non erano più utilizzate per scopi medici. Il sanatorio fu utilizzato dall’Armata Rossa come ospedale militare sovietico tra il 1945 e il 1995. Alcune strutture furono a lungo degradate, così che dopo il ritiro delle forze armate della Russia nel 1995, un nuovo uso non sembrava possibile senza enormi spese.
Oggi, il terreno è uno sfondo popolare per film e fotografie. Nel 2013 il sito è stato utilizzato come location per il film Monuments Men – Eroi insoliti e nel 2017 per il film Heilstätten, che si svolge nel Beelitz Heilstätten.