RED STAR TRAIN GRAVEYARD [HU]

Exploration #34 (testo italiano a fondo pagina). This place was once one of the most important railway repair workshops in Hungary. For the residents of Budapest this place goes by the name of Istvántelek and for the rest of the world, that name is Red Star Train Graveyard, the place where trains went to die.
The Istvántelek Train Yard, aka red star train graveyard, was built in Budapest between 1902 and 1905, going on to serve as a sprawling, modern repair facility for the city’s trains. In fact, one of the workshop halls was so large at 24,000 square meters that it was noted as Budapest’s largest building in 1902.
In this train graveyard it is possible to find some MAV class 301 locomotive that was the star of transportation from 1911 to 1914 and the huge and powerful MAV class 424 locomotive another engineering marvel that Hungary produced weighting an impressive 137 tons. The current collection of rusting gems includes also German freight cars that very well could have transported Hungarian Jews to Auschwitz during Nazi occupation.
More than 100 locomotives and railcars are here and around it in the fields rusting. The colossal locomotives were brought to this place to be repaired and transported to the Budapest Railway Museum but the museum does not have money for their restoration.

Esplorazione #34. Questo posto era una delle più importanti officine di riparazione ferroviaria in Ungheria. Per gli abitanti di Budapest questo posto si chiama Istvántelek e per il resto del mondo questo nome è Red Star Train Graveyard, il luogo dove i treni andavano a morire.
Il cantiere ferroviario di Istvántelek, alias cimitero dei treni della stella rossa, fu costruito a Budapest tra il 1902 e il 1905, e servì come una spaziosa e moderna struttura di riparazione per i treni della città. In effetti, una delle sale dell’officina era così grande, 24.000 metri quadrati, che è stata notata come il più grande edificio di Budapest nel 1902.
In questo cimitero di treni è possibile trovare qualche locomotiva MAV classe 301 che fu la regina dei trasporti dal 1911 al 1914 e l’enorme e potente locomotiva MAV classe 424 un’altra meraviglia dell’ingegneria che l’Ungheria produsse con un peso impressionante di 137 tonnellate. L’attuale collezione dei mezzi arrugginiti include anche vagoni merci tedeschi che potrebbero aver trasportato gli ebrei ungheresi ad Auschwitz durante l’occupazione nazista.
Più di 100 locomotive e vagoni ferroviari sono qui e intorno nei campi ad arrugginire. Le locomotive colossali sono state portate qui per essere riparate e trasportate al museo ferroviario di Budapest, ma il museo non ha soldi per il loro restauro.