CASTELLO DI MARENE [IT]


Exploration #130 (testo italiano a fondo pagina). The “castello di Marene”, also known as Villa Grosso di Grana, is a neo-Gothic castle built between 1850 and 1854 by Count Carlo Amedeo Grosso to a project by the well-known Turinese architect Luigi Formento. In 1904 it came into the possession of Count Vittorio Solaro di Monasterolo, who sold it in 1920 to Giuseppe Davico, owner of an important chain of luxury hotels in Italy and France. The neo-Gothic style of the building presents hybrid architectural features, as it mixes medieval and Gothic elements. Distinctive elements are the red bricks that make up the structure, the crenellated circular turrets, the windows with keystone arches, the rose window and the striking white pincer staircase. It was once surrounded by a large park that included, to the north, a vast wood and, on the façade, a splendid Italian garden and a wide driveway. Today it is in a state of neglect and at auction for a sum of almost one million euros.

Esplorazione #130. Il castello di Marene, noto anche come Villa Grosso di Grana, è un castello neogotico eretto fra il 1850 ed il 1854 dal conte Carlo Amedeo Grosso su progetto del noto architetto torinese Luigi Formento. Esso nel 1904 pervenne al conte Vittorio Solaro di Monasterolo che nel 1920 lo alienò a Giuseppe Davico, proprietario di un’importante catena di alberghi di lusso in Italia ed in Francia. Lo stile neogotico dell’edificio presenta caratteri architettonici ibridi, in quanto miscela elementi medioevali e gotici. Elementi distintivi sono i mattoni rossi che compongono la struttura, le torrette circolari merlate, le finestre con archi carenati, il rosone e il suggestivo scalone a tenaglia di colore bianco. Un tempo era circondato da un grande parco che includeva, a nord, un vasto bosco e, sulla facciata, uno splendido giardino all’italiana ed un ampio viale d’accesso. Ad oggi si trova in uno stato di abbandono e all’asta per una cifra di quasi un milione di euro.