SLATE FACTORY


Exploration #127 (testo italiano a fondo pagina). These machineries belonged to an abandoned slate quarry in a small village in Belgium, in a area where the slate deposits has been known since the 16th century. This mine opened its door at the end of 19th century. Mine started open-pit and in 1918 went underground. The 170 meter deep quarry produced more than a million slates a year. The slate from this mine were dark gray, homogeneous and from extremely good quality. It was mainly used to make rooftiles. In 1995 the mine closed and from then it stayed abandoned. Most of the buildings have been demolished and the terrain cleaned up. Luckily this building is still standing and luckily it will be preserved because it’s historical heritage.

Esplorazione #127. Questi macchinari appartenevano a una cava di ardesia abbandonata in un piccolo villaggio del Belgio, in una zona dove i depositi di ardesia erano conosciuti fin dal XVI secolo. Questa miniera fu avviata alla fine dell’Ottocento. La miniera ha iniziato a scavare a cielo aperto e nel 1918 è stato scavato un pozzo sotterraneo La miniera, profonda 170 metri, produceva più di un milione di ardesie all’anno. L’ardesia di questa miniera era di colore grigio scuro, omogenea e di ottima qualità. Veniva utilizzata principalmente per la produzione di tegole. Nel 1995 la miniera ha chiuso e da allora è rimasta abbandonata. La maggior parte degli edifici sono stati demoliti e il terreno è stato ripulito. Per fortuna questo edificio è ancora in piedi e fortunatamente sarà conservato perché è un patrimonio storico.