CHÂTEAU LUMIÈRE [FR]

Exploration #94 (testo italiano a fondo pagina). Château Lumière (literally “castle of light”) is a beautiful 20th Century French Chateau built in Reinaissance style and nowsdays abandoned. Probably the castle has this name due to the window in the roof where the light is falling inward.
This grand mansion has been owned by a wealthy family of industrialists. The Strasbourg architects Gottfried Julius Berninger and Gustave Henri Krafft designed this chateau for the tobacco factory owners Jules Burrus and his wife Hermance Hélabert. The building was set with a large gate at its entrance and fenced in equally beautiful metalwork manufactured by the locksmith Leo Feist in Strasbourg. The smelter Val d’Osne created decorative urns to be placed on columns that supported the gate and fencing. Internal decoration by many skilled craftsmen and artists would see stained glass by Camissar, sculpture by Riegger, ironwork by L. Feist and dining furniture by Erhard-Friese. The most iconic feature is a stunning skylight which floods the three-storey entrance hall. Consequently, the foyer is bright and light even on the cloudiest of days.
The Burrus residence was at that time to be known as Chateau Burrus. In 1911 Maurice Burrus inherited the Chateau, when his father died, and settled there.
The nationalitation of the tobacco industry and the closure of the Tobacco factory in 1947 led Maurice Burrus to leave the town and retire to Geneva. Subsequently, he sold Château Lumière. Ownership of the chateau then changed hands over the years. It is hard to pinpoint when the house was abandoned. Most people agree that is was likely some time in the 1980’s.

Esplorazione #94. Château Lumière (letteralmente “castello di luce”) è un bellissimo castello francese del XX secolo costruito in stile rinascimentale e oggi abbandonato. Probabilmente il castello ha questo nome a causa della finestra nel tetto dove la luce entra all’interno.
Questo grande palazzo è stato di proprietà di una ricca famiglia di industriali. Gli architetti di Strasburgo Gottfried Julius Berninger e Gustave Henri Krafft progettarono questo castello per i proprietari della fabbrica di tabacco Jules Burrus e sua moglie Hermance Hélabert. L’edificio è stato impostato con un grande cancello al suo ingresso e recintato con una altrettanto bella opera di metallo fabbricata dal fabbro Leo Feist a Strasburgo. La fonderia Val d’Osne creò delle urne decorative da collocare sulle colonne che sostenevano il cancello e la recinzione. La decorazione interna di molti abili artigiani e artisti vedeva vetri colorati di Camissar, sculture di Riegger, lavori in ferro di L. Feist e mobili da pranzo di Erhard-Friese. La caratteristica più iconica è uno splendido lucernario che inonda l’atrio a tre piani. Di conseguenza, l’atrio è luminoso e chiaro anche nei giorni più nuvolosi.
La residenza Burrus era allora conosciuta come Chateau Burrus. Nel 1911 Maurice Burrus ereditò lo Chateau, quando suo padre morì, e vi si stabilì.
La nazionalizzazione dell’industria del tabacco e la chiusura della fabbrica di tabacco nel 1947 portarono Maurice Burrus a lasciare la città e a ritirarsi a Ginevra. Successivamente, vendette Château Lumière. La proprietà del castello passò poi di mano in mano nel corso degli anni. È difficile stabilire quando la casa fu abbandonata. La maggior parte delle persone concorda sul fatto che è stato probabilmente nel 1980.